• Natascia

♡ Autoproduzione: guida alla skincare routine sostenibile ideale per la pelle sensibile


Chi non desidera una pelle sana e luminosa? Io sono tra quelle donne con la tipologia di pelle più sfortunata, quella sensibile. Perché sfortunata dirai?... Si tratta di un tipo di pelle intollerante ad alcune condizioni dell’ambiente esterno, a vari prodotti o ai normali cosmetici. È caratterizzata da rossore, bruciore, fastidio ed eccessiva reattività (a causa dell’alterazione della barriera cutanea). Tradotto ..non posso usare i cosmetici ne il make-up che mi pare ne mangiare quello che mi pare! Mi ci è voluto tempo per capire come avere cura della mia pelle, smettere di considerarla una nemica e a volerle bene ♡


Questi sono i passaggi della mia guida definitiva alla skincare routine per pelli sensibili, spero possa esserti utile!




1) DETERSIONE - mattina e sera


È il passaggio più importante. Detergere non significa struccare, sono due cose diverse ma complementari. Quando sono truccata, prima rimuovo il make-up (con un dischetto di cotone - lavabile - inumidito con acqua di rose o normale acqua e qualche goccia di olio d'oliva) e dopo detergo la pelle, così sarà davvero pulita.


Ci sono due tipologie di detersione: per affinità si rimuove il make-up utilizzando un’altra sostanza grassa, con un olio, un oleolito o un burro, adatta alle pelli sensibili e delicate, perché non aggredisce lo strato idrolipidico che le protegge; per contrasto invece si utilizzano i tensioattivi, ovvero sostanze lavanti ... il sapone. Le molecole di tensioattivo inglobano lo sporco e si sciacquano via con l’acqua. Potrebbe essere una detersione più aggressiva perché può portare via anche lo strato idrolipidico della pelle, quindi è necessario usare saponette di qualità. Io uso quelle di Off. Cosmetica Antichi Ricordi. L’ideale comunque sarebbe fare entrambe le detersioni: prima quella per affinità e poi quella per contrasto.


Ci sarebbe un altro prodotto integrabile alla detersione per contrasto. Non è una sostanza grassa e non è un sapone.. cioè non esattamente! Si tratta del Rhassoul (dall'arabo rassala, lavare). È una particolare argilla saponifera il cui uso è datato sin dall'ottavo secolo. Il Rhassoul è usato come maschera per il viso o cataplasma per il corpo, per lavare i capelli e come detersione! Ammorbidisce la pelle e la rigenera rimuovendo le cellule morte, restringe i pori e riduce la secrezione sebacea. Aggiungendolo al sapone la pelle diventa morbidissima e si ottiene una detersione per contrasto, a mio avviso, ottimale. Il Rhassoul lo uso anche per lavarmi i capelli con il metodo no poo - ne parlo qui.


La detersione si fa anche al mattino per rimuovere il sebo prodotto dalla pelle durante la notte.. non solo la sera!!


prodotti usati: olio o oleolito o burro sapone o saponetta rhassoul facoltativo

I nostri SKINCARE PADS. Questi sono ideali per pelli secche e contengono calendula e malva. Ma il mio preferito è quello con petali di rose e pistilli di zafferano! Li trovi nella Bottega.



2) TONICO - mattina e sera


Come tonico utilizzo l'acqua di infusione degli Skincare PADS. Raccolgo l'acqua con un dischetto di cotone lavabile oppure uso direttamente il nostro PAD con qualche goccia di olio vegetale, come olio evo o olio di jojoba.


prodotti usati: skincare PADS

3) SIERO e/o CREMA - mattina e sera


Se hai una pelle tendenzialmente secca è sempre meglio utilizzare nella propria skincare routine sia siero che crema, se invece la tua pelle produce sebo a sufficienza e non necessita di ulteriore nutrimento puoi utilizzare solo il siero, che è uno dei pochi prodotti che acquisto: uso l'acido ialuronico di Èclat Natural Skincare.


Mannaggia la crema!! Ci ho messo anni per trovare una crema adatta alla mia pelle.. e non l'ho comprata, l'ho autoprodotta! La puoi trovare la ricetta in questo post sul nostro Blog.


Aggiornamento maggio - 2021 Nella skincare routine estiva uso la crema solo la sera e al mattino uso olio vegetale (tamanù o jojoba ma va bene anche olio extravergine d'oliva) con una goccia di olio essenziale di frankincenso DoTerra. In poco tempo ha ridotto visibilmente i pori e la comparsa di imperfezioni.

prodotti usati: crema viso olio essenziale di frankincenso

Uso moltissime bottigliette di vetro, spesso riutilizzate, per oli, oleoliti e per vaporizzare idrolati o l'acqua di infusione degli SKINCARE PADS



4) MASCHERA - 1 o 2 volte alla settimana


Prima della maschera.. prenditi 10 minuti e fatti un bel suffumigi ♡ Apre i pori e predispone la pelle ad accogliere la maschera: con salvia, melissa, menta e qualche goccia di olio essenziale di lavanda... ed è molto rilassante.


Ne parlo in questo post: QUELLE COSE DA STREGA CHE FA MIA MOGLIE


Cosa usare per la maschera? Naturalmente argilla! Ce ne sono di tantissimi varietà e colori, per ogni tipo di pelle. Io sto usando da un po' di tempo l'argilla perla (simile all'argilla bianca) e mi sto trovando benissimo: si tratta del tipo di argilla più delicato sulla pelle e per questo adatta a chi ha la cute facilmente irritabile, consigliata nel trattamento delle pelli sensibili. Per stemperare l'argilla puoi usare l'acqua di infusione dei nostri SKINCARE PADS o un idrolato a tua discrezione. Alla maschera di argilla và aggiunta qualche goccia di olio per non farla seccare eccessivamente quando è in posa. Se ti va puoi mettere anche un po' di albume d'uovo (sembra una ciofeca ma lascia la pelle morbidissima).

"Ok Google, metti un timer di 10 minuti" è l'unica occasione in cui parlo al mio telefono e trovo divertente farlo!! Trascorso il tempo di posa, per rimuovere la maschera consiglio un pannetto in microfibra e acqua tiepida.. poi tonico e crema viso.


prodotti usati: suffumigi con erbe, facoltativo argilla perla skincare PADS o idrolato qualche goccia di olio o oleolito poco albume d'uovo, facoltativo

5) SCRUB (O MEGLIO GOMMAGE) - 1 o 2 volte alla settimana


Il gommage è più delicato e ricco di nutrienti rispetto allo scrub; si utilizzano dei granuli più piccoli ed è adatto anche alle pelli sensibili e reattive. Si può utilizzare farina, zucchero a velo, o zucchero di canna grezzo. Come nutriente invece preferisco olio di mandorle dolci o olio di cocco, ma si può usare anche l'olio extravergine d'oliva che hai in cucina, anzi, è ricchissimo di Vitamina E che fa benissimo alla pelle! Se hai voglia di una coccola aggiungi una fragola o un po' di miele. Per rimuovere la maschera uso il solito un pannetto in microfibra e acqua tiepida, poi tonico e crema viso.


→ Scrub e gommage si fanno SEMPRE sulla pelle umida ed evita le zone delicate del viso, come il contorno occhi e labbra.


prodotti usati: li trovi nella tua dispensa, non da Sephora


GLI ERRORI PIU' COMUNI.. E QUI CASCA L'ASINO :)

  • Non struccarsi prima di andare a dormire. Gravissimo!!! (il mascara non lo tolgo mai.. mannaggia a me)

  • Usare prodotti troppo aggressivi che privano la pelle del suo strato idrolipidico. Le pelle grassa tenderà a produrre ancora più sebo per bilanciare, quella secca si seccherà ancora di più, di quella sensibile non ne parliamo nemmeno.

  • Le salviette struccanti. Non vanno usate spesso perché comportano uno sfregamento della pelle. Se proprio vuoi usarle, fallo in caso di emergenza e magari utilizza quelle biodegradabili, il pianeta te ne sarà grato.

  • Non trattare la pelle del collo e del decoltè come quella del viso. Sono un tutt'uno!


#skincare #beautyhacks #rimedinaturali #lowimpact

58 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti